Nove marchi nella Battaglia delle Ardenne a Spa

15.06.2021

L'International GT Open si dirige verso l'iconica Spa-Francorchamps per uno dei suoi round più tradizionali dell’anno. Definita la 'pista più bella del mondo', il tempio delle Ardenne belghe è pronto a festeggiare tra pochi mesi il suo centenario ed è in condizioni perfette per ospitare questo fine settimana un programma di gare entusiasmante (con la Porsche Carrera Cup France, l’Alpine Elf Europa Cup e la serie Caterham che si uniscono al GT Open, alla GT Cup Open Europe e all'Euroformula Open) dopo una seria pulizia per spazzare via gli effetti di una tempesta torrenziale due settimane fa. Le condizioni meteorologiche sono sempre un fattore chiave a Spa, ma le previsioni indicano un clima molto caldo per questo fine settimana.

Sarà un interessante secondo round della stagione per l'International GT Open, con non meno di nove mrchi rappresentati,  dopo l'entusiasmante inizio di stagione al Paul Ricard, che ha lasciato un pareggio in vetta alla classifica generale. La Bentley del Team Lazarus, con il giovane pilota ucraino Ivan Peklin e il pilota ufficiale Bentley Jordan Pepper, e la Lamborghini VSR delle giovani stelle del GT Frederick Schandorff e Michele Beretta hanno entrambe colto una vittoria e un sesto posto, ritrovandosi così in perfetta parità.

A soli 3 punti da loro, la Porsche Lechner Racing di Al Faisal Al Zubair e Andy Soucek, con il duo omanita-spagnolo sicuramente desideroso di aprire il suo conto di vittorie. A cinque punti dalla vetta c'è l'altra vettura del Vincenzo Sospriri Racing di Yuki Nemoto e Baptiste Moulin, quest'ultimo sicuramente con una carica in più in quanto correrà in casa a Spa.

La classe Pro godrà della presenza di un quarto marchio, poiché torna l'Aston Martin Vantage dei vice campioni in carica TF Sport, questa volta con una coppia di giovani americani, Michael Dinan e Robby Foley, al debutto in Europa ma già ben affermati negli Stati Uniti, dove hanno vinto il titolo GT4 lo scorso anno.

La battaglia sarà feroce nella classe Pro-Am, come di consueto. In cima alla classifica c'è la coppia dell’Inception Racing composta da Brendan Iribe-Ollie Millroy, grazie ai loro due secondi posti in Francia. Vorranno, ovviamente, conquistare la loro prima vittoria stagionale il prima possibile, ma avranno come principali rivali le altre McLaren dei loro compagni di squadra Nick Moss-Joe Osborne e di Patryk Krupinski-Christian Klien (JP Motorsport), proprio le due vetture che si sono spartite le vittorie di classe al Ricard. Alla ricerca di allori ci saranno anche l'Audi della Balfe Motorsport di Shaun Balfe-Adam Carroll, la Honda Reno Racing di Jens Moller e Marcus Paverud, le Mercedes di Alex Moiseev-Loris Spinelli (AKM Motorsport) e Markus Sattler-Nico Bastian (Winward) e la Lamborghini di HP Racing International, dove Jan Seyffert sarà questa volta associato all'austriaco Gerhard Tweraser.

Ultimo ma non meno importante, il Cavallino Rampante rientra nella classe, poiché FF Corse fa un gradito ritorno nel GT Open con una 488 per il locale Laurent de Meeus e Jamie Stanley.

Nella classe Am, tutta l'attenzione sarà per un nuovo episodio della battaglia fra Florian Scholze-Jens Liebhauser, con la Mercedes AKM Motorsport, e Giuseppe Cipriani, con la Lambo de Il Barone Rampante.

La griglia di 27 vetture è destinata a offrire un grande spettacolo e includerà nuovamente i partecipabnti  della GT Cup Open Europe per offrire uno spettacolo GT a tutto tondo.